Chiama l'Ufficio Guide +39 0436 868505

Ferrata Giovanni Barbara

COSTO A PERSONA € 90,00

E’ il comodo accesso da Cortina alla splendida Valle di Fanes, in uno scenario che sposa l’incantevole verde dei boschi con la vertiginosa parete sud del Taè ed il bel calcare del Col Bechei. Ma soprattutto è una gita attraverso le tumultuose acque del rio di Fanes e delle sue splendide cascate. Letteralmente unico ed imperdibile il passaggio sotto la prima Cascata di Fanes e l’attraversamento del vertiginoso Ponte Alto.

Descrizione

AREA

Dolomiti – Fanes

CIMA

Cascate di Fanes

VERSANTE

Sud

QUOTA

1400 m

DIFFICOLTA’

Facile

TEMPO TOTALE DI PERCORRENZA

4 ore

BELLEZZA ITINERARIO

4

DISLIVELLO TOTALE

200 m

DISLIVELLO FERRATA

100 m

PERIODO

Da giugno ad ottobre (attenzioni alle nevicate di primavera o precoci).

FREQUENTAZIONE

Alta

MATERIALI

Normale dotazione da ferrata. In caso di presenza di neve prevedere attrezzatura appropriata.

ACCESSO

Dalla statale SS 51 verso nord, superato l’ Albergo Fiames, si imbocca la strada asfaltata a sinistra che costeggia il Boite e che indica “Valle di Fanes”. Dal parcheggio, si supera la sbarra e si prosegue a piedi per il segnavia 10-401 che per il primo tratto è costituito da una ex strada militare asfaltata.

DIFFICOLTA’ DESCRIZIONE

I brevi tratti attrezzati non presentano particolari difficoltà e nel complesso l’ escursione è affrontabile in mezza giornata.

DESCRIZIONE SALITA

Da Pian del Loa ci si inoltra nel bosco percorrendo il sentiero che, seguendo la sinistra del torrente Rio Fanes, arriva dopo circa 1 ora sul margine della profonda gola incisa dal torrente. Da qui, si scende per il sentierino che porta sul greto sassoso. Mantenendovi sulla riva di sinistra si risale il torrente e si superano quindi dei salti rocciosi con scalette. Si giunge così ad una strettoia fra le rocce che porta al passaggio sotto la prima cascata, sbucando sul versante opposto in corrispondenza di un punto di sosta.

DESCRIZIONE DISCESA

1° dal punto di sosta: seguendo la stradina sterrata si oltrepassa Ponte Outo (ponte 80m sopra la gola del torrente) e per strada sterrata si ritorna al parcheggio.

2° Si può effettuare il giro completo delle cascate imboccando il sentiero attrezzato con funi fisse che si incrocia 250m a valle del punto di sosta e che riconduce al greto del fiume e poi risalire da dove si è scesi.

NOTE

Particolare e facile giro ad anello ben attrezzato. Apprezzato per il viaggio che regala attraverso le tumultuose acque e cascate del Rio Fanes. Unico e imperdibile passaggio sotto la cascata e l’ attraversamento vertiginoso del Ponte Outo.

AVETE BISOGNO DI

Il consiglio delle Guide Alpine

“L’ambiente delle cascate di Fanes regala momenti indimenticabili in tute le stagioni. In primavera, quando il disgelo riempie di acque il corso del Rio Fanes, il frastuono della cascata si sente già a grande distanza. L’itinerario si può percorrere anche con tempo incerto… vi bagnerete comunque passando sotto la cascata.”   Giacomo Zardini

Prenota Ora