Chiama l'Ufficio Guide +39 0436 868505

Ferrata Kaiserjäger

COSTO A PERSONA € 110

Itinerario molto interessante dal punto di vista panoramico ma senz’ altro strepitoso dal punto di vista storico.

Descrizione

AREA

Dolomiti – Lagazuoi

CIMA

Piccolo Lagazuoi

VERSANTE

Sud-ovest e Sud

QUOTA

2780 m

DIFFICOLTA’

Media

TEMPO TOTALE DI PERCORRENZA

3 ore e 30 min.

BELLEZZA ITINERARIO

4

DISLIVELLO TOTALE

650 m

DISLIVELLO FERRATA

280 m

PERIODO

Da giugno ad ottobre (attenzioni alle nevicate di primavera o precoci).

FREQUENTAZIONE

Alta

MATERIALI

Normale dotazione da ferrata. E’ necessaria la torcia elettrica per la galleria. In caso di presenza di neve prevedere attrezzatura appropriata.

ACCESSO

Dal Passo Falzarego, di fronte alla stazione della funivia, parte il sentiero 402 che sale verso ovest sul ghiaione di mina, incontrando numerose ricostruzioni di vecchi baraccamenti della Grande Guerra. Il sentiero procede a zig-zag fino all’ attacco del sentiero attrezzato.

DIFFICOLTA’ DESCRIZIONE

Itinerario storico ad anello che percorre gli avamposti occupati dai Kaiserjäger nella Grande Guerra. Interessante l’ attraversamento del ponte sospeso. Discesa lungo la galleria costruita dagli Alpini.

DESCRIZIONE SALITA

Dall’ inizio del sentiero attrezzato si sale su dei gradini di ferro e si percorre un sistema di cengie fino al ponte sospeso lungo circa 10 m. ed alto 25 m. Da qui si arriva ad una cengia esposta e poi si sale lungo delle trincee ed incontrando anche delle postazioni ben conservate fino ad arrivare alla conosciuta Cengia Martini. Da qui si sale verso ovest per il sentiero che porta in cresta e poi verso la cima del Piccolo Lagazuoi. Da qui si scorge il rifugio Lagazuoi raggiungibile in 10 minuti.

DESCRIZIONE DISCESA

Dalla stazione della funivia parte il sentiero che, fra delle trincee, porta all’ imbocco della galleria. Si perde dislivello molto in fretta e si sbuca dalla galleria per percorrere un ultimo tratto di cengia per ritornare al sentiero 402 e riscendere al Passo Falzarego.

NOTE

L’ itinerario si può percorrere anche in senso opposto.

AVETE BISOGNO DI

Il consiglio delle Guide Alpine

“Per gli amanti della storia in montagna è sicuramente un itinerario da inserire nel calendario. Ogni metro di questo percorso ha un aneddoto da raccontare e poi la vista dalla croce del Piccolo Lagazuoi è indescrivibile.”   Franco Gaspari

Prenota Ora